Eventi

« Dicembre 2018 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
"La felicità, come un vino pregiato, deve essere assaporata sorso a sorso" (L. Feuerbach)

Terre di Vite 2018 - Ingresso ridotto per i soci AIES

Torna alla lista delle news


Castello di Levizzano Rangone - Castelvetro (MO)
27/28 Ottobre 2018
Terre di Vite - Ottava edizione
Vino, volti, suoni, immagini e parole

Apertura banchi d'assaggio: sabato 15:00 -21:00 - domenica 11:00 - 20:00

Contributo d’ingresso 15 Euro + 5 Euro cauzione calice

Contributo ridotto (10 Euro) per i soci AIES

 

I vignaioli di tutta Italia tornano ad animare le sale del castello di Levizzano Rangone per l’ottava edizione di Terre di vite (www.terredivite.it ), che si svolgerà sabato 27 e domenica 28 ottobre. La formula è sempre la stessa, il programma degli appuntamenti più ricco che mai: accanto agli assaggi liberi al banchetto ci saranno infatti seminari, degustazioni guidate, esposizioni permanenti, appuntamenti letterari e musica. Un’abitudine che si ripete e che gli organizzatori – convinti che il vino non sia mai soltanto vino ma un bene culturale nel senso pieno del termine – non hanno intenzione di perdere. Del resto, il successo delle manifestazione ideata da Barbara Brandoli dell’associazione Divino scrivere di Modena (che nell’edizione dell’ottobre scorso ha fatto registrare un migliaio di ingressi) testimonia l’interesse crescente da parte del pubblico nei riguardi di una formula al momento probabilmente unica sul territorio nazionale.
A variare è la lista dei produttori presenti, che continua a essere caratterizzata dall’ingresso di volti nuovi ed espressioni di territori poco conosciuti accanto a nomi di primo piano della viticoltura nazionale, provenienti da territori blasonati. Accanto a una nutrita pattuglia di emiliani gli appassionati potranno assaggiare diversi vini provenienti dal Piemonte (ben rappresentati Langhe, Monferrato, Colli tortonesi e alto Piemonte ma anche la Valsusa); la Lombardia sarà presente con l’Oltrepò (Picchioni, Milanesi, Avellino e il leggendario Barbacarlo di Lino Maga), la Franciacorta e la Valtellina, rappresentata in questa edizione da un collettivo di piccoli vignaioli artigiani, Veltliner. Dal Veneto arriveranno tra gli altri il Prosecco Colfondo di Bele Casel e l’Amarone di Terre di Leone; dalla Toscana il Brunello di Fonterenza e Podere San Lorenzo e il Syrah dei Tenimenti D’Alessandro. Ma la lista di terre di Vite è anche Liguria, Friuli, Umbria, Marche, Lazio. E tanto sud, quest’anno con particolare attenzione a Campania, Calabria e Sicilia.

Anche per questa ottava edizione Barbara Brandoli ha deciso di affidare al talento e alla competenza di Sandro Sangiorgi, a cui sono affidati lo sviluppo e l’approfondimento del tema portante della manifestazione, quest’anno legato al concetto di ascolto, inteso come predisposizione necessaria e come mezzo per comunicare e comprendere. Sabato 27 (ore 13:00) il direttore di Porthos sarà impegnato in una conversazione pubblica a riguardo con il medico antroposofo Claudio Elli (ingresso libero per i partecipanti alla manifestazione), mentre per domenica alle 15:00 è in programma una degustazione - seminario intitolata “Fermentazioni, l’imprevedibile sviluppo della vita” (in degustazione sei vini, per i dettagli www.terredivite.it. Prenotazione obbligatoria all’e-mail: info@ divinoscrivere.it oppure tel: 338-5474185).
La giornata di domenica 15 prevede anche tre incontri letterari, tutti condotti da Elisa Guidelli nei quali verranno presentati, a partire dalle 14:00, i libri volumi “La leggenda vien mangiando” di Simona Cremonini, “Di...vino verso” di Flavia Scebba e “Esercizi di stille” di Raffaella Melotti e Simone Zanin. Sempre per domenica 28 sono in programma nelle varie sale del castello le incursioni sonore del duo Feel good. Nelle due giornate di manifestazione le sale del castello ospiteranno anche due mostre permanenti, una personale del pittore Marco Luppi e una collettiva dell’associazione Circol Art.

Il contributo di ingresso per il pubblico è di 15 euro più 5 euro di cauzione per il calice. I vini in assaggio sono in degustazione libera. Come nelle precedenti edizioni, Terre di vite non mancherà di presentare le offerte gastronomiche del territorio, con banchi dedicati alle produzioni d’eccellenza della regione.

 


Tutte le informazioni e il programma completo della manifestazione, sono disponibili sul sito www.terredivite.it