Eventi

« Giugno 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30
La forza sconvolgente del vino penetra l’uomo e nelle vene sparge e distribuisce l’ardore. (Lucrezio)

FLEADH - VINO SPUMANTE ROSE’ EXTRA BRUT METODO CLASSICO

Torna alla lista delle recensioni

DI STEFANO MILANESI

Non posso negare una forte perplessità tutte le volte che mi viene proposto un vino naturale.
Non che non apprezzi i grossi sforzi e gli enormi rischi che il viticoltore affronta ma una perplessità legata al fatto che moltissimi produttori, nascondendosi dietro certificazioni da agricoltura biologica, confondono il consumatore spacciando certi “profumi” dei propri prodotti come tratti caratteristici e grandi segni distintivi dei loro vini.
E’ un po’ come disorientare l’avventore di un ristorante annegando la dubbia qualità della sfoglia in un lago di panna.
E’ un problema di mode! Se il mercato reclama un prodotto, l’impresa deve trovare il modo di offrirlo.
Per fortuna c’è anche chi si dedica al naturale con passione e competenza indipendentemente dai perversi e fuorvianti meccanismi della domanda e dell’offerta, che lavora appassionatamente tanto in vigna quanto in cantina mettendo al primo posto la “filosofia naturale”.
E’ con questa consapevolezza che mi accingo ad aprire “Fleadh”, un Oltrepò pavese spumante metodo classico Extra Brut di Stefano Milanesi e subito si dissolve il pregiudizio.
Andiamo però con ordine!
Stefano ai suoi clienti non ha certamente voluto nascondere niente; già la bottiglia, di uno spesso vetro trasparente, consente di ammirare fin da subito il romantico rosa pesca del contenuto, coperto solo parzialmente da un piccola etichetta bianca con impresso lo stemma simbolo dell’azienda.
Nella flute il vino è agile e brioso e riempie tutto il bicchiere di guizzani bollicine mostrando un perlage molto fine e persistente.
I profumi, anche se non particolarmente durevoli, sono intriganti e ricchi di mineralità; richiamano la pesca gialla e gli agrumi con un bellissimo finale di lieviti.
In bocca sorprende per l’inaspettata struttura, una robustezza importante per uno spumante.
E’un extra brut quindi non viene utilizzato alcun liqueur d’expedition ma il rabbocco avviene esclusivamente con lo stesso vino-base.
Alla elevata alcolicità ( 13% vol) fa da contraltare una forte acidità che non permette alla bocca di smettere di salivare e le bollicine, imprimendo insistentemente i sentori agrumati nella cavità orale, fanno pizzicare piacevolmente il naso.
Il vino giace sui lieviti, rigorosamente autoctoni, per almeno 24 mesi e la serietà con cui l’azienda opera, è evidente anche dal fatto che la sboccatura avviene solo su prenotazione; in tal modo il vino riposa sui lieviti arricchendosi ed affinandosi fino all’ultimo momento.
Piacevolissimo bevuto da solo, magari come aperitivo, Fleadh si accosta molto bene a salumi quasi di ogni tipo, a fritti di pesce, salmone ma, data la forte struttura, ho osato pasteggiarci con una bella lasagnetta di gamberetti e cannelli di mare e devo dire che l’abbinamento è stato eccezionale!
Un prodotto del genere non poteva che spingermi ad indagare!
Apprendo dunque che Stefano Milanesi, nella sua azienda di appena 11 ettari, sita a Santa Giulietta una piccola frazione di Castello , proprio nel cuore dell’Oltrepò Pavese, produce una vera e propria “scuderia” di piccoli capolavori. Da uve di Rieslng Italico, Croatina, Pinot Nero, Cabernet Sauvignon,… realizza vini sorprendenti e mai scontati, capaci di esprimere al meglio il terroir e la filosofia naturale e, altra cosa curiosa, quasi tutti recano nomi di donna…..
Cerco di non annoiare e di non divagare troppo e, riservandomi di dedicare prossimamente anche a questi vini lo spazio che meritano, invito coloro che hanno ancora qualche dubbio a brindare alla nuova estate con un buon calice di Fleadh.

Umberto G. Agostinelli

Maestro Enogastronomo Sommelier

Az. Agr. Milanesi Stefano:
Santa Giulietta (PV), frazione di Castello
Tel. e Fax 0383801960
E-mail: milanesi.stefano@inwind.it
Sito web: www.stefanomilanesi.it