Eventi

« Ottobre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
“L'astemio: un debole che cede alla tentazione di negarsi un piacere” (Ambrose, Bierce)

Barbaresco RONCHI 2009 DOCG di Albino Rocca

Torna alla lista delle recensioni

Albino Rocca è uno di quei nomi che sono sinonimi di Langhe, di Langhe di alto livello e di vini scuola in quanto i suoi vini spesso hanno dettato una strada, strada che ha saputo congiungere innovazione e tradizione, cioè quanto di più complesso e distante ci sia. Siamo alla terza generazione della famiglia Rocca e i vini prodotti sono immediatamente riconoscibili per stile e qualità. L’azienda è situata a Barbaresco dove ci sono anche la maggior parte degli ettari, ma negli ultimi anni si sono aggiunti altri terreni sempre in zone altamente vocate nei pressi di Naive a medie altitudini che oscillano dai 250 ai 300 metri sul livello del mare.
Dici Rocca e subito pensi al Nebbiolo, vitigno principe dell’azienda, ma sicuramente non il solo. Il vino che però degustiamo è proprio il Barbaresco Ronchi nell’annata 2009.
Barbaresco frutto di un Nebbiolo in purezza maturato in gran parte, l’80%, in botte di rovere astro tedesco, nel restante 20% in piccole barrique francesi per circa 2 anni prima di affinarsi in bottiglia.
La bottiglia è elegante e sormontata da una sobria etichetta color cartone che ben figura sulla tavola con le scritte oro e nere. Alla mescita il colore è un rosso rubino scarico, non particolarmente colorato, come vitigno vuole, ma limpido e invitante. Al naso da ampie soddisfazioni, vino ampio e complesso difficile ma sicuramente elegante e dichiara subito l’alta qualità. Molto intenso ed altrettanto persistente, fi finezza ed eleganza unica. Le note che apprezzo da subito sono di un frutto croccante impreziosito da spezie importanti con richiami dolci. Le sensazioni mi richiamano la ciliegia e lampone quasi al pieno della maturazione, frutta rossa di polpa anch’essa in fase di maturazione avanzata. Qualche nota floreale mi riporta alla viola, alle ortensie e una netta petunia, ma il meglio di se è con le spezie dolci. Franch i richiami di cannella, tabacco con accenni di vaniglia si fondono in un cioccolato invogliante.
Anche in bocca si apprezza sia l’intensità che la persistenza, l’ingresso è sicuramente importante e deciso nel suo essere maschio di fermezza. Caldo e secco, ancora poco morbido, ma per via della sua giovanissima età. Sicuramente con qualche anno in più alle spalle il tannino perderà quell’irruenza tipica della gioventù e come un uomo sa mitigarsi con l’esperienza questo Nebbiolo Ronchi saprà ammorbidirsi nella ruvidezza del tannino, ma comunque già così è ampiamente godibile nella sua ampia eleganza. Un nerbo che da un solido carattere supportato da una buona struttura con una notevole finezza ed eleganza. Nella sua quasi infinita lunghezza si appezzano tutte le sfumature fin qui sfuggite. Sfumature che portano ad un finale bellissimo di richiami quasi balsamici e di confettura di ciliegie. Anche se l’annata non è tra le migliori per il vitigno Nebbiolo, quest’interpretazione di Rocca è un gran bel vino che noi di Aies possiamo sicuramente decretare col calice col cappello.
La temperatura di servizio è sui 20° in ampi calici con la tipica forma a tulipano, dove saprà aprirsi a dovere e sprigionare la sua eleganza perfezionandosi di minuto in minuto.
Consiglio di abbinarlo ad un piatto importante e di grande struttura come un anatra in salmì, arrosti e brasati, grigliate e cacciagione di pelo. Anche coi formaggi di buona stagionatura da il meglio di se, formaggi come il Castelmagno, il Bogos ma soprattutto con il Parmigiano Reggiano.
Io l’ho abbinato ad un bel tagliere di formaggi stagionati piemontesi con una scaglia del nostro Parmigiano.
Anche da solo, dopo cena, è un valido supporto alla serata, ma l’abbinamento perfetto è sempre quello di condividere un calice di questo Barbaresco Ronchi di Albino Rocca con la persona amata casomai davanti sul divano davanti al camino acceso.

Maestro Enogastonomo Paride Cocchi

 

ALBINO ROCCA - Strada Ronchi, 18 - 12050 Barbaresco (Cn)
Tel. +39 0173635145- Fax +39 0173635921
www.albinorocca.com
roccaalbino@roccaalbino.com