Eventi

« Ottobre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
“Il lavoro rende i giorni prosperi, il vino le domeniche felici.” (C. Baudelaire).

PIGNOLETTO Superiore DOC 2012 di ISOLA

Torna alla lista delle recensioni

Con la primavera alle porte, la voglia delle belle giornate lunghe ed assolate la fa da padrona. Di pari passo la cucina si alleggerisce e s’incrementa di carni bianche e pesce e con essa aumenta anche il consumo di vino bianco, più adatto ad un consumo fresco e leggero. La nostra scelta per la recensione bolognese di questo mese è caduta su di un classico dei nostri colli, quel Pignoletto che sta vivendo una buona fase di sviluppo. Il pignoletto è l’unico autoctono bianco dei Colli Bolognesi, colui che rispecchia appieno le caratteristiche dei bolognesi, cioè piacevoli simpatici mai pesanti e perché no, spesso briosi (difatti esiste la versione frizzante, ndr.)
Una delle migliori interpretazioni è quella dell’Azienda Isola, di Monte San Pietro centro classico di maggior vocazione, condotta ormai da Gian Luca Franceschini figlio del fondatore Marco. Parlare con Gian Luca è piacevole ed evidente che ci si trovi di fronte ad un ragazzo capace e con le idee chiare, ottimo conoscitore della realtà in cui è immerso e ambizioso quanto basta per compiere scelte che questo incerto frangente ci impone.
Il suo prodotto più caratteristico è appunto il Pignoletto Classico che recensiamo nella nuova versione dell’annata 2012.
La bottiglia è la classica bordolese con un’etichetta chiara e semplice oltre che di gradevole aspetto complessivo e che identifica senza dubbio l’azienda stessa.
Alla mescita il colore è un bellissimo giallo paglierino, ancora acerbo e quindi di riflessi verdolini, ma luminoso, limpido e brillante. Al naso si evidenziano le note fruttate e floreali del vitigno. Mela e pera la fanno da padrona, profumi ancora pungenti di frutta in fase di maturazione, mentre per la fase floreale è ricca di biancospino e in lontananza note di camelia. Col passare del tempo i profumi si addolciscono un po’ compare un po’ di frutta esotica con un netto richiamo di mango.
Poco dopo passo all’assaggio, l’ingresso in bocca è intenso e persistente, viene evidenziata subito una buonissima freschezza che spinge un’acidità molto intensa che si fonde con piacere ad un’inaspettata sapidità di richiamo tipicamente minerale. Il corpo è nella norma della tipologia, che si caratterizza per l’assoluta facilità di beva, che rende particolarmente piacevole questo vino. Molto ben dosata la fase retro gustativa incentrata sulla piacevolezza della frutta acida e sapidità, con un richiamo minimo della tostatura della mandorla.
Io ho avuto la fortuna di degustarlo assieme al suo fratello con le bolle, cioè nella versione frizzante, tipico e molto piacevole anch’esso, di una facilità di beva unica che lo rende ideale con il caldo e l’afa alle porte.
Consiglio di degustarlo con calice a tulipano di medie dimensioni e leggermente chiuso in cima per meglio far evolvere i profumi, ed ad una temperatura tra i 12 e 14 gradi.
Ottimo come aperitivo e antipasti all’italiana, ideale con primi piatti a base di verdure o pesce o con condimenti non troppo impegnativi. Fantastico con gli spaghetti alle vongole, ovviamente senza pomodoro. Supporta molto bene anche le uova, con i secondi piatti trova il suo giusto collocamento con piedini di pesce, calamari e totani, oltre che con un buon branzino al forno.
Io, da buon bolognese, l’ho abbinato ad un bel piatto di tortellini in brodo, tortellini con il ripieno tipico bolognese e con vero ragù di coppone e non di dado, l’abbinamento migliore però è quello di condividerne un calice con le persone che si amano.
Se in questa primavera vi capita di fare un giro per i colli bolognesi, anche senza vespa 50 special, non esitate a fermarvi da Isola, chiedete di Gian Luca, troverete gentilezza ed ospitalità oltre che buoni prodotti con un ottimo rapporto qualità prezzo, ma non dimenticate di dire che vi manda Aies.

Maestro Enogastronomo Sommeliers Paride Cocchi

Azienda Agricola ISOLA
Via G.Bernardi,3
Monte San Pietro BOLOGNA
Tel. 051.6768428