Eventi

« Ottobre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
“Quanto più la botte è vuota, tanto più canta forte” (Anonimo)

CABERNET SAUVIGNON 2009 DOC Colli Bolognesi di Gaggioli

Torna alla lista delle recensioni

Un nome storico sui colli bolognesi è senza dubbio quello di Gaggioli, vignaiolo a Zola Predosa fin dal 1972, quando la famiglia di Carlo ha appoggiato la figlia Maria Letizia nella conduzione di questi 22 ettari situati su di uno dei terreni di maggior spessore della DOC Colli Bolognesi. La zona è quella di confine tra l’Emilia e la Romagna che da Zola dista poco più di una ventina di chilometri. La divisione della regione unita politicamente è evidente nel mondo viticolo, difatti alle frizzanti bollicine emiliane si lascia il passo ai vini fermi, dalla tradizione bianchista emiliana si lascia il passo alla rossa Romagna che da sempre ha fatto del sangiovese la sua bandiera. Proprio per questo Gaggioli ha nel suo ventaglio due bandiere, l’anima bianca dell’autoctono Pignoletto, ma con un occhio di riguardo nel mondo rosso qua con la versione internazionale del Cabernet Sauvignon. Sicuramente esistono territori molto più vocati dei colli bolognesi per il cabernet sauvignon, ma va senza dubbio segnalato che ormai esiste una grande tradizione di quest’uva sul nostro territorio, dove ormai è radicata da almeno una decina di lustri. Proprio per questo per la recensione odierna si concentra sul Cabernet Sauvignon di Gaggioli nell’annata 2009.
La bottiglia è la classica bordolese a spalla alta con la storica etichetta aziendale che raffigura lo stemma familiare.
Alla mescita evidenzia un bel rosso rubino cupo, con riflessi quasi granati. Al naso evidenzia un bouquet ampio e complesso, sicuramente sia intenso sia persistente. Sentori evoluti e complessi che spaziano dal frutto maturo ma ancora croccante quale mora ciliegia, soprattutto prugna, alle note speziate dolci come liquerizia, cioccolato bianco, evidenti anche sentori terrosi umidi che ricordano un po’ la campagna autunnale durante le piogge, dopo qualche roteazione del calice si apre in un varietale che riporta anche al vegetale con le note caratteristiche di peperone.
In bocca colpisce per la morbidezza e vellutateza inaspettata per questo cabernet di solo acciaio, ma andiamo con ordine. Il vino risulta sicuramente secco e caldo, l’alcol se pur moderato (13°) è avvertibile ma non invasivo, l’intensità è su ottimi livelli così come la persistenza che permette di godere si una bell’acidità che ne eleva la freschezza, nonostante i già 4 anni alle spalle, ne invoglia quindi la beva. Bella sapidità dai tratti minerali che si integra con il tannino ormai morbido e vellutato, ma dalla trama fitta ed articolata che denota un animo femminile. Vino di corpo e struttura media che non appesantisce la beva e che lo rende particolarmente gastronomico, sfruttando un quasi perfetto equilibrio ed armonia complessiva.
Consiglio in ampi calici a forma di tulipano e di berlo a temperatura ambiente di 18°, per cui se abbiamo una temperatura in casa più elevata possiamo leggermente raffreddarlo in modo da renderlo ancor più fresco di beva.
Come dicevamo quest’ottimo Cabernet Sauvignon 2009 di Gaggioli è un vino gastronomico che ben si addice a tutto pasto, partendo dal classico antipasto italiano a base di salumi, anche piccanti, proseguendo su primi piatti saporiti, zuppe contadine e per terminare con seconde portate a base di carne rossa, sia alla griglia sia arrosto. Regge bene anche cacciagione e selvaggina e piatti elaborati a base del stagionale fungo. Io l’ho abbinato ad una lepre alla cacciatora, abbinamento riuscito in quanto la corposità non troppo elevata di questo vino non sovrastava la lepre, mentre il pomodoro, sempre difficile da abbinare, si integrava bene con il vegetale e le note piccanti di questa bella espressione dei colli bolognesi.

Maestro Enogastronomo Sommelier Paride Cocchi

Gaggioli Vini
Via Francesco Raibolini il Francia
40069 Zola Predosa Bologna
Tel 051 753489
www.gaggiolivini.it