Eventi

« Novembre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30
Non esiste il vino in sé, ma il vino nella vita, nel ricordo, nella fantasia ... Un vino bevuto, anche parecchi anni prima, in un momento in cui si era particolarmente felici, per esempio, innamorati e vicino alla persona amata, parrà sublime anche se è tutto il contrario: per distinguere, bisognerebbe non aver vissuto. (Mario Soldati).

Spaghetti alla chitarra con ragù d’agnello e “Puntel”

Torna alla lista delle ricette


Per gli spaghetti alla chitarra Vedi precedente ricetta
Ingredienti per sei persone:Polpa d’agnellone 500 gr, sedano 1 costa,carota piccola 1, cipolla1,200 gr passata rustica olio e/vergine 2 cucchiai, sale qb, Pecorino di fossa 150 gr.
Per la marinata:2 bacche di ginepro,salvia 1 foglia,rosmarino alcuni aghi,coriandolo 1 cucchiaino, 4/5 grani di pepe rosa, vino sangiovese 2 bicchier1, 2 scorzette di limone, Sei braciolette di Agnellone .
Preparazione: tagliate la polpa grossolanamente e mettetela in una ciotola copritela col sangiovese, unite, ginepro,salvia,rosmarino,scorza di limone, coriandolo, una presa di sale e il pepe rosa.Laciate macerare una notte. Sgocciolate dalla marinata, tritate la polpa nel macinacarne, raccogliendo anche il sughetto che uscirà dalla macchina.In un tegame mettere 2 cucchiai d’olio E/vergine e gli odori(sedano,carota e cipolla tritati)lasciate stufare, unite la carne macinata e fate rosolare, unite la passata e fate cuocere almeno 2 ore a fuoco bassissimo , eventualmente unire un po’ di brodo.
Il “puntel”termine di origine mantovana
unite al sughetto le braciolette e fate cuocere per almeno 30 minuti.
In abbondante acqua bollente cuocete gli spaghetti.
Servite tirando la pasta in padella col ragù e impiattate verticalizzando con la bracioletta.Servire il pecorino a parte .
Abbinamento cibo vino: piatto dai mille volti, speziato, selvaggio, intrigante , dalla grassezza ridotta, ma latente.
Sangiovese Michelangiolo, Doc Superiore ,Riserva, dell’azienda agricola “Calonga”Vino potente, dai tannini delicati, nel quale un sapiente uso del legno contribuisce, a creare una grande armonia .