Eventi

« Settembre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo." - Lessing

Spaghetti alla chitarra con ragù d’agnello e “Puntel”

Torna alla lista delle ricette


Per gli spaghetti alla chitarra Vedi precedente ricetta
Ingredienti per sei persone:Polpa d’agnellone 500 gr, sedano 1 costa,carota piccola 1, cipolla1,200 gr passata rustica olio e/vergine 2 cucchiai, sale qb, Pecorino di fossa 150 gr.
Per la marinata:2 bacche di ginepro,salvia 1 foglia,rosmarino alcuni aghi,coriandolo 1 cucchiaino, 4/5 grani di pepe rosa, vino sangiovese 2 bicchier1, 2 scorzette di limone, Sei braciolette di Agnellone .
Preparazione: tagliate la polpa grossolanamente e mettetela in una ciotola copritela col sangiovese, unite, ginepro,salvia,rosmarino,scorza di limone, coriandolo, una presa di sale e il pepe rosa.Laciate macerare una notte. Sgocciolate dalla marinata, tritate la polpa nel macinacarne, raccogliendo anche il sughetto che uscirà dalla macchina.In un tegame mettere 2 cucchiai d’olio E/vergine e gli odori(sedano,carota e cipolla tritati)lasciate stufare, unite la carne macinata e fate rosolare, unite la passata e fate cuocere almeno 2 ore a fuoco bassissimo , eventualmente unire un po’ di brodo.
Il “puntel”termine di origine mantovana
unite al sughetto le braciolette e fate cuocere per almeno 30 minuti.
In abbondante acqua bollente cuocete gli spaghetti.
Servite tirando la pasta in padella col ragù e impiattate verticalizzando con la bracioletta.Servire il pecorino a parte .
Abbinamento cibo vino: piatto dai mille volti, speziato, selvaggio, intrigante , dalla grassezza ridotta, ma latente.
Sangiovese Michelangiolo, Doc Superiore ,Riserva, dell’azienda agricola “Calonga”Vino potente, dai tannini delicati, nel quale un sapiente uso del legno contribuisce, a creare una grande armonia .