Eventi

« Febbraio 2019 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28
Non ricordo il nome del luogo nè quello della ragazza, ma il vino, mio Dio, era uno Chambertin. (Hillaire Belloc)

LA MIA PUTTANESCA

Torna alla lista delle ricette

 

Ingredienti per quattro persone:

  • penne 400gr.
  • olive denocciolate 100 gr
  • capperi sotto sale 20 gr.
  • due acciughe sotto sale
  • mix di erbe aromatiche secche (si trovano già miscelate: prezzemolo,origano,peperoncino piccante, aglio)
  • parmigiano 100 gr.
  • olio EVO 3 cucchiai
  • due spicchi d’aglio
  • una piccola cipolla
  • Mezzo bicchiere di latte (circa 100 cc.)
  • Un bicchiere di passata 200 cc.

 

Esecuzione:

in una padella saltapasta mettere un paio di cucchiai d’olio EVO e gli spicchi d’aglio schiacciati.

Quando saranno rosolati toglierli e unire la cipolla tritata finemente, le acciughe dissalate e sfilettate sotto un filo d’acqua, le erbe aromatiche e la passata.


Fare cuocere per 10 minuti, unire il latte e proseguire la cottura per altri 10 minuti.

Unire le olive ed i capperi lasciati preventivamente in acqua (cambiata più volte) per almeno un’ora.


Cuocere la pasta, scolarla e tuffarla nella padella col sugo, facendola saltare per un paio di minuti.


Impiattare spolverando con parmigiano stagionato 24 mesi.


Vino:

Fiano d’Avellino “Colli di Lapio” di Clelia Romano 2012, vino di grande estensione minerale, fresco, intrigante nei suoi fiori d’acacia e ginestra.
L’acidità e la sapidità giocano sulla nostra lingua creando i presupposti che facilitano l’abbinamento con un piatto complesso e strutturato e volutamente piccante.