Eventi

« Settembre 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
Il vino è la parte intellettuale del pranzo. (Mary Renault)

TAGLIATELLE EL MORO

Torna alla lista delle ricette

Di grande impatto visivo e gustativo, queste tagliatelle sono un classico della cucina innovativa.

Dosi per quattro persone:

  • farina 00, 300 gr.
  • uova medie 3
  • un cucchiaio raso di cacao amaro in polvere
  • Pancetta piacentina (tonda)100 gr. tagliata sottile
  • quattro noci
  • uno scalogno
  • olio evo
  • Parmigiano reggiano qb ,
  • 100 gr. di formaggio taleggio
  • 100 gr.di latte.

La larghezza delle tagliatelle è ininfluente dipende dal vostro gusto personale.

Preparazione:

confezionare le tagliatelle impastando a mano tutti gli ingredienti e farle asciugare su un telaio forato.

Per il condimento fare un battuto di scalogno abbondante che faremo brasare con olio EVO e un po’ di acqua per evitare che bruci, aggiungere la pancetta battuta al coltello e i gherigli di parte delle noci, sminuzzati.

In un pentolino sciogliere nel latte il taleggio ed una spolverata di parmigiano fino a formare una fondutina che metteremo sul fondo delle scodelle.

Cuocere le tagliatelle in molta acqua salata, scolarle ancora molto al dente, conservando un po’ di acqua di cottura e tuffarle nel sughetto, se necessita unire un po’ di acqua di cottura bollente (in questo modo l’amido delle tagliatelle formerà un sughetto cremoso) Impiattare nelle scodelle precedentemente preparate con la fonduta, cospargendo il piatto con qualche gheriglio di noce tritato.

Vino:

ho azzardato un abbinamento abbastanza hard, Lacrima di Morro d’Alba di Stefano Mancinelli e per me ci sta tutto.

Le note leggermente speziate, i terziari evoluti con punti e virgole che richiamano al cioccolato e ai frutti rossi maturi, i tannini garbati che macinano la grassezza della pancetta hanno avvolto le mie papille in un garbato tripudio sensoriale.